AICC Cuneo
Annunci

TRA IDENTITA’ E MITO CLASSICO

Annunci

PRESENTAZIONE ‘EIDOLA’ – LURISIA 18 LUGLIO 2018

PROGRAMMA:

– ore 10: saluto da parte delle Terme;

– ore 10.15: Introduzione della Prof.ssa Giuliana Bagnasco su Gli Spigolatori di Mondovì;

– ore10.25: Introduzione di Eidola da parte della Prof.ssa Yvonne Fracassetti Brondino, che dialogherà poi  l’Autore; nel corso della conversazione la Prof.ssa Giuditta Aimo leggerà alcune liriche.

RIFUGIARSI NELLA DESCRIZIONE DI UN ATTIMO: PRESENTAZIONE DELL’OPERA DI GABRIELE GALLO – VENERDÌ 22 GIUGNO AL BORGATO (MONDOVÌ).

RIFUGIARSI NELLA DESCRIZIONE DI UN ATTIMO:

PRESENTAZIONE DELL’OPERA DI GABRIELE GALLO VENERDÌ 22 GIUGNO AL BORGATO (MONDOVÌ).

 

Una serata all’insegna della bellezza segreta della montagna quella di venerdì sera al Borgato. Al Circolo Ricreativo si è presentato l’ultimo libro di Gabriele Gallo, quello che chiude una sorta di trilogia sulle vallate che vanno dalle monregalesi a quelle della valle Grana e Maira. Ha condotto la serata Valentina Sandrone con grazia e disinvoltura nei vari passaggi.

L’assessore Erika Chiecchio e il presidente del CAI, Davide Avagnina, hanno elogiato il lavoro del giovane scrittore che ci fa scoprire, ogni volta, aspetti inediti delle nostre montagne.

La guida si intitola, come già le due precedenti, «Rifugiarsi nella descrizione di un attimo. Guida ai rifugi e Bivacchi della provincia di Cuneo.»  Edito per i tipi di Daniela Piazza, Torino, il nuovo volume  esplora il territorio delle valli Grana e Maira.

La parte critica è toccata al prof. Stefano Casarino, il quale, come sempre, con verve e sottile senso dello humour, si è addentrato nei motivi più letterari legati all’opera. Afferma che  questa guida si segnala per la bellezza della scrittura, per gli approfondimenti storici, per la cultura in senso lato, «perché ne ha i due requisiti essenziali: la curiosità (e l’entusiasmo della scoperta) e la visione olistica (tutto è davvero cultura)», anche la gastronomia.

Il professore conclude in modo originale e  ricco di echi letterari: «Mi piace considerare i libri di Gabriele una sorta di Baedeker della montagna:  Baedeker, chi era costui? Un libraio tedesco che nel 1836 pubblicò la prime guide tascabili da viaggio per turisti. È citato allusivamente da Carducci in «Dinanzi alle terme di Caracalla», è citato anche nel bel film «Camera con vista» di  James Ivory (tratto dall’omonimo romanzo di Forster). Baedeker segnalava monumenti e opere d’arte, Gabriele invece le bellezze naturalistiche, ci invita ad un “rapporto armonico” con quella natura che troppo spesso per noi, “animali urbani”, è scontata, è un semplice sfondo e che invece merita anzitutto rispetto, ammirazione e cura».

Naturalmente si è proseguito con un’incalzante serie di domande all’autore che ha saputo brillantemente argomentare rivelando aspetti inediti sia legati alla scrittura, sia alla passione per le “terre alte”, nata in seno alla famiglia, da sempre amante dei libri e delle  escursioni montane.

Particolarmente interessante l’excursus sui “cavié”, antico mestiere degli abitanti di Elva, e sullo scrigno artistico della parrocchiale con gli affreschi di Hans Clemer.

La serata è stata allietata da alcune danze occitane del gruppo degli “Artusin” di Roccaforte. In omaggio al libro hanno intrecciato musiche e passi di “courente” legate alle tradizioni delle valli descritte dall’autore; la danza che ha movimentato l’apertura dell’evento è stata molto apprezzata dato che ha radici nella Valle Ellero.

Per tornare al volume, fresco di stampa, direi che è una guida non solo utile agli appassionati di montagna ma anche per chi ama soffermarsi sulla bellezza della natura e dell’arte (quella che per Dostoevskij dovrebbe salvare il mondo) e sul silenzio.

Nelle pagine di Gabriele emergono come lame di luci improvvise magiche descrizioni d’ambiente a vividi tocchi impressionisti, vera poesia scritta in prosa. Una guida, dunque, fatta col cuore, con passione, con competenza. Una guida dove anche le immagini hanno il palpito dell’aria tersa di montagna.

 

Remigio Bertolino

 

PRESENTAZIONE DELLA COLLANA ‘RIFUGIARSI’ – GABRIELE GALLO

IL TEATRO NEL TEMPO SENZA TEMPO – DALLA GRECIA CLASSICA ALLA UNITRE

Blog Stats

  • 14.782 hits

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 31 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: