AICC Cuneo

Home » 2011 » aprile

Monthly Archives: aprile 2011

Un liceo meno classico

Si segnala questa notizia sugli attuali problemi del liceo classico:
http://www.orizzontescuola.it/node/15477

Su Facebook è stata creata una pagina sulla Classe di concorso A052:
http://www.facebook.com/pages/classe-di-concorso-A052/134652639941623

Il Liceo Classico sotto attacco

Si segnala un articolo di Alvaro Belardinelli sul “riordino” delle classi di concorso: 

http://www.periodicoliberopensiero.it/voci/voci_20110408-belardinelli-classico-sotto-attacco.htm

Eccone un breve estratto:

«Aggirando deliberatamente la normativa vigente, il MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca), con una semplice Nota Ministeriale (la n. 272 del 14 marzo 2011) ha “riordinato” le classi di concorso, cioè i criteri di assegnazione degli Insegnanti alle diverse materie nelle Scuole Superiori, in base alle abilitazioni possedute. Operazione che potrebbe parere lecita, se non contenesse un’amara sorpresa: i Docenti della classe di concorso A052 (“Materie letterarie, latino e greco nel liceo classico”) verranno sempre più relegati all’insegnamento del solo greco. Infatti, ad insegnare le altre materie letterarie, d’ora in poi verranno ammessi nel Ginnasio anche i Docenti di Lettere che non possiedono l’abilitazione all’insegnamento del greco; ossia quelli della classe A051 (“Materie letterarie e latino nei licei e nell’istituto magistrale”), pesantemente falcidiata dai tagli spacciati per “riforma” della Scuola pubblica».

Centro Ricerche L’Arc – Arcieria sperimentale

Si segnala il Centro Ricerche Archeologiche Sperimentali L’Arc – Arcieria Sperimentale con sede a Villar San Costanzo (CN). Per conoscere nel dettaglio le attività, rivolte ad appassionati, insegnanti e studenti, si veda il sito Internet dell’associazione oppure questa scheda di approfondimento.

Seconda Giornata Nazionale della Cultura Classica

Il 21 maggio 2011 si svolgerà a Torino la Seconda Giornata Nazionale della Cultura Classica. Per l’occasione saranno premiati con medaglia d’oro AICC due illustri studiosi: Luciano Canfora (Università di Bari) e Luigi Lehnus (Università di Milano). Il giorno successivo, 22 maggio, ancora a Torino, avrà luogo il Quarto Congresso dell’Associazione, che avrà carattere internazionale e sarà dedicato al seguente tema: L’Unità d’Italia e la Cultura Classica.
Per il programma completo si veda:
http://www.aicc-to.it/convegno2011.html.

Premio a studente del Liceo Beccaria di Mondovì

Pietro Meineri, studente del Liceo Classico “Beccaria-Govone” di Mondovì, è stato selezionato tra i vincitori del concorso di Storia Contemporanea bandito dal Comitato Resistenza e Costituzione della Regione Piemonte ed è stato premiato per l’elaborato L’Italia dal Risorgimento alla Costituzione Repubblicana. Egli sarà l’unico studente di Mondovì e della provincia di Cuneo a partecipare al viaggio premio in Polonia nei giorni 7, 8 e 9 maggio, che prevede mete formative e significative, come i campi di sterminio di Auschwitz. Lo stesso Pietro spiega così il contenuto della sua ricerca:
«Mio compito era evidenziare il nesso politico e ideale tra Risorgimento e Resistenza, con l’approdo finale alla Costituzione della Repubblica Italiana. Ho cercato di adempierla analizzando dapprima le premesse storiche del Risorgimento, dalla fine del XVIII secolo all’età napoleonica, per arrivare ai primi moti e alle varie teorizzazioni, dal repubblicanesimo mazziniano a quello di Cattaneo, passando per i moderati piemontesi e il neoguelfismo.Ho poi evidenziato la difficile coordinazione tra elemento popolare e classi dirigenti, evidenziatosi soprattutto con i fallimenti del ’48-’49. Fu però lo Statuto del 1848, concesso dal controverso Carlo Alberto e mantenuto da Vittorio Emanuele II, a rendere il Regno di Sardegna capofila nel panorama italiano.Nel triennio ’59-’61 si realizzò infine l’unificazione politica della penisola, che fu indubbiamente un merito della politica di Cavour e del Piemonte, ma non sarebbe stata possibile senza le teorizzazioni e i sacrifici di tanti patrioti nei decenni precedenti. Infine il salto temporale alla lotta partigiana; un chiaro momento di riscatto nazionale, ricco di simboli e ideali giunti direttamente dal Risorgimento: il mazzinianesimo di Giustizia e Libertà, le Brigate Garibaldine e non solo. Dalla sconfitta del nazifascismo si arrivò poi alla Costituzione repubblicana: fu un compromesso tra le varie forze politiche del Paese, ma del resto anche il Risorgimento lo fu, con tutte le difficoltà connesse ma anche i vantaggi di conciliare le molte anime della nostra Italia».
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: