AICC Cuneo

Home » 2013 » maggio

Monthly Archives: maggio 2013

GIORNATA FENOGLIANA A SAVONA CON STUDENTI MONREGALESI

scansione0002

“…Io sono il passero che non cascherà mai”. E’ il titolo del quinto libro edito dal Comitato Savonese della Società Dante Alighieri, società fondata nel 1889 da Giosuè Carducci allo scopo di diffondere la cultura italiana . Il testo è una raccolta di saggi brevi sullo scrittore piemontese Beppe Fenoglio, realizzati da studenti di alcuni istituti savonesi e cuneesi, tra cui il Baruffi-Liceo Scientifico-Ceva e l’Istituto Vasco-Beccaria-Govone di Mondovì. L’opera è stata presentata venerdì 10 maggio nel suggestivo scenario della Fortezza del Priamar di Savona, perfetto connubio tra antichità esteriore e modernità delle sale interne, adatte ad ospitare eventi di ogni genere.

L’incontro è avvenuto nella Sala della Sibilla, che si affaccia direttamente sul mare. La manifestazione è stata aperta dalla Dott.ssa Anna Maroscia, Presidente del Comitato Savonese. Sono seguiti i saluti dell’Assessore Franco Lirosi, in rappresentanza del Sindaco e della Giunta Comunale savonese, e l’intervento del Prof. Sergio Giuliani, profondo conoscitore di Fenoglio, che con la sua appassionata esposizione ha saputo coinvolgere l’intera sala. Egli ha introdotto il suo discorso partendo dalla “pedagogia fenogliana”, cioè dall’insegnamento che le nuove generazioni, ma non solo, possono trarre dalle opere dell’autore piemontese. Il giovane Beppe ha dovuto, infatti, superare molte difficoltà durante gli anni della sua carriera scolastica: era balbuziente, timido, insicuro, figlio di un macellaio e per questo evitato dai compagni. Ma nonostante tutto, ha saputo emergere come grande scrittore. Il professore ha, poi, lasciato spazio al neolaureato Dr. Enrico Bosca, che ha presentato parte della sua tesi di laurea su Fenoglio, esposizione vivacizzata dalla lettura di una lettera dello scrittore e di un celebre passo de “Il partigiano Johnny” da parte del bravissimo attore Paolo Tibaldi, che ha colpito per la bellezza della dizione e la ricchezza dell’espressione. La parola, quindi, è passata ai giovani autori, che hanno illustrato l’essenza del loro lavoro: in particolare, tra gli alunni monregalesi non hanno potuto essere presentati Luca Pione e Alessandro Bertolino, della III Liceo Classico, perché contemporaneamente impegnati nella gara di traduzione internazionale dal latino del Certamen Arpinas, ma sono stati egregiamente sostituiti da due loro compagni, Marianna Vaschetti e Pietro Anania.

Tutti i lavori presentato attestato che a cinquant’anni esatti dalla sua morte, lo scrittore-partigiano Fenoglio, emarginato sociale, voce di amore e odio per le Langhe, sua terra natale, si impone definitivamente come autore di riferimento nel panorama italiano del Novecento. Si attende ora la prossima presentazione del libro anche a Mondovì, Ceva e Cengio.

 Debora Marabotto, Elisa Sciandra, Pietro Anania
III Liceo Classico I.I.S. Vasco-Beccaria-Govone

FOTO ALUNNI MONREGALESI A SV CON PRIAMAR

FOTO AUTORI E RELATORI CONVEGNO FENOGLIO

BRILLANTE RISULTATO PER IL CLASSICO DI MONDOVI’ ai “campionati mondiali” di Latino

Luca Pione, allievo dell’ultimo anno del Liceo Classico di Mondovì, ha meritato la prima delle quattro menzioni d’onore al 33° Certamen Ciceroniano di Arpino, cui ha partecipato il 10 maggio con il compagno di classe Alessandro Bertolino. Il concorso è una sorta di “campionato mondiale” di traduzione dal latino, è uno dei più prestigiosi concorsi studenteschi europei, e vede affrontarsi centinaia di selezionatissimi traduttori, quest’anno da ben 15 paesi europei. Più di metà dei pochi premiati arriva dall’estero (tedeschi, ungheresi, romeni, belgi, serbi), segno che la cultura classica è ben viva e continua a formare i talenti per il futuro.

Pione è l’unico classificato tra i licei del Nord Italia, dato significativo per una scuola piccola come quella monregalese che deve competere con i grandi numeri dei licei cittadini, italiani e stranieri. Né è un caso isolato, come ci ricorda la professoressa Alessandra Barberis, sua docente, che coordina e prepara i giovani studiosi per i concorsi di lingua classica: infatti già negli scorsi due anni studenti del Beccaria erano risultati tra i vincitori del concorso torinese Agon di traduzione dal greco, e quattro anni fa un altro allievo si era classificato tra i primi ad Arpino.

Nelle parole di Luca, «l’esperienza è stata assolutamente positiva, direi ottima, sotto tutti i punti di vista: umano, prima di tutto, perché ho avuto possibilità di fare conoscenze di persone, culture nuove da tutta Italia e tutta Europa, e poi formativo, perché potersi confrontare con scuole diverse ha notevolmente arricchito il mio bagaglio di conoscenze.

La mia scelta di traduzione del brano è stata fedele sì al testo latino, ma senza rinunciare ad una resa attuale: ho cercato, dal momento che si trattava di una “Epistula”, di riportare nel testo italiano le emozioni senza maschera e la colloquiale franchezza di Cicerone, velata da una sottile e intelligente ironia. Per quanto riguarda il commento, invece, ho cercato di individuare – anche e soprattutto grazie alle mie conoscenze liceali in materia, rinsaldate da qualche lettura di critica letteraria – i nuclei fondanti del pensiero politico dell’Arpinate e del contesto storico del 59 a.C., anno a cui risale l’”Epistula”: nel fare questo, inoltre, ho soprattutto insistito sull’importanza imprescindibile che l’etica e la morale politiche professate con appassionata determinazione da Cicerone avevano non solo allora, ma hanno tuttora, a più di duemila anni di distanza».

Pione Bertolino

Ad Alba spettacolo del “Govone”

Domenica 26 maggio, alle ore 21, presso il Teatro Sociale di Alba, i ragazzi del Laboratorio Teatrale del Liceo Classico “Govone” metteranno in scena lo spettacolo “Scene da matrimoni” , da testi di Cecov, Ionesco, Frayn.

In questa serata divertimento, cultura e spettacolo si coniugano grazie all’impegno e alla bravura degli studenti, che si cimentano con la recitazione di testi intensi e densi di spunti di riflessione.

Presentazione “Giornata fenogliana” a Savona

Venerdì 10 maggio 2013 alle ore 9 nella Sala della Sibilla della Fortezza del Priamar di Savona si concluderà il Progetto Fenoglio, promosso dal Comitato Savonese della Dante Alighieri di Savona in collaborazione con la Delegazione A.I.C.C. di Cuneo, con una nutrita serie di interventi di prestigiosi relatori e con la presentazione del volume che raccoglie i lavori di studenti di molte scuole superiori savonesi, cebane e monregalesi e che verrà distribuito gratuitamente a tutti gli Istituti coinvolti.

Con tale iniziativa si è voluto celebrare il cinquantenario della morte del grande scrittore albese (1922-1963), invitando i giovani ad accostarsi alla lettura delle sue opere e a lavorare su tre fondamentali nuclei concettuali: Fenoglio come straordinario autore di racconti, certamente uno dei migliori del Novecento; Fenoglio come originale narratore di storie d’amore; Fenoglio come scrittore partigiano del tutto sui generis. Il volume che vede la luce non ha alcuna pretesa critica, ma vuole essere una testimonianza di come gli studenti sappiano leggere con freschezza e passione, cogliere aspetti importanti ed istituire raffronti significativi anche tra opere ed autori diversi, se solo si offre loro l’occasione di incontrare direttamente i testi senza preventive ed eccessive operazioni di anatomia decostruttivista.

Partecipare a tale iniziativa è per noi monregalesi un doppio motivo d’orgoglio: anzitutto perché tra gli autori dei lavori pubblicati figurano più di una decina di studenti dei nostri Licei (Classico, Scientifico e Linguistico) e perché ancora una volta si è concretamente realizzata una proficua collaborazione tra due realtà culturali limitrofe, il Savonese e il Cuneese, che, si auspica, continueranno a dialogare e a lavorare assieme.

LOC. Fenoglio_Layout 1-page-001

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: