AICC Cuneo

Home » 2013 » novembre

Monthly Archives: novembre 2013

Insegnare oggi latino e greco nei licei

logo_dante

SOCIETA’ DANTE ALIGHIERI – Comitato di Mondovì

Il Comitato della Società Dante Alighieri, in collaborazione con il Dirigente scolastico dei Licei “Vasco”, “Beccaria”, “Govone”, organizza per il giorno 12 dicembre 2013, alle ore 15, un incontro culturale presso l’Aula Bruno del Liceo Classico “G. B. Beccaria” (Mondovì Piazza, piazza Beccaria, 5).

Il prof. Ermanno Malaspina (Professore Associato di Letteratura Latina, Università degli Studi di Torino) terrà una pubblica conversazione sul tema:

 “Insegnare oggi latino e greco nei licei“.

 L’incontro è aperto a tutti.

“Pompei” dal British Museum

Martedì 26 novembre 2013 alle ore 21 al cinema Ferrini di Caraglio (CN) sarà proiettato il documentario Pompei, prodotto dal British Museum. La serata sarò introdotta da Arduino Rosso, studente del corso di Laurea in Storia dell’Università degli Studi di Torino.

POMPEI locandina

Ecco servita la “Cultura”

Presentazione delle attività.  "Dante Alighieri" di Savona, 21 ottobre 2013

Presentazione delle attività. “Dante Alighieri” di Savona, 21 ottobre 2013

Chi ha detto che nel cibo che quotidianamente mangiamo non sia nascosta cultura?

Il cibo come “vettore” di cultura: questo è stato il tema chiave della presentazione della stagione dell’associazione della “Dante Alighieri”, tenutasi a Savona il giorno 21 ottobre nella Sala Rossa del Municipio.

Pubblico delle grandi occasioni, ma segnaliamo in particolare la nostra rappresentanza (erano presenti quasi al completo la Quinta Ginnasio e la Prima Liceo Classico dell’I.I.S. “Vasco-Beccaria-Govone” di Mondovì) e gli ex alunni delle Scuole Medie di Savona che hanno ottenuto ottimi risultati all’esame di terza media.

Dopo i saluti del Sindaco di Savona, Federico Berruti, la Presidente del Comitato Savonese della Dante Alighieri, Anna Maroscia, ha innanzitutto spiegato la diffusione dell’associazione Italiana in tutto il mondo. Infatti, attualmente l’Associazione si affida ad oltre 500 Comitati, di cui 400 all’estero, per il conseguimento delle sue finalità, ovvero: “tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiana nel mondo, ravvivando i legami spirituali dei connazionali all’estero con la madre patria e alimentando tra gli stranieri l’amore e il culto per la civiltà italiana“.

Ma torniamo al tema chiave dell’inaugurazione, ovvero, il cibo come vettore di cultura.

Il Prof. Stefano Casarino, docente di lettere e presidente della Delegazione Cuneese dell’ A.I.C.C. (Associazione Italiana di Cultura Classica), ha affrontato l’argomento, partendo immancabilmente da Dante, definito primo grande divulgatore moderno, che nel Convivio propone la condivisione della cultura come l’apparecchiamento di una mensa per tutti. Infatti, l’intellettuale deve essere un cuoco, che delizia i suoi clienti, cucinando per loro piatti che compiacciano sia il palato sia l’estetica. Dunque, la cultura deve essere un pasto da condividere con tutti e non può assolutamente essere sostituita dagli “snack” (costituiti oggi da Internet o da presunte “pillole del sapere”), fenomeno che nella nostra cultura è sempre più diffuso. Se l’intellettuale dovrebbe ammannire la cultura come il bravo cuoco fa coi piatti, compito del pubblico sarà quello di apprezzare e di “digerire” bene, cioè di rielaborare personalmente gli spunti che vengono offerti: a tal proposito il relatore ha citato un passo di Nietzsche in cui veniva deplorata, già alla fine dell’Ottocento, la troppa fretta e l’assoluta mancanza di meditazione, di interiorizzare della cultura: già allora si pensava troppo in fretta ed ancora non si parlava di multitasking!

Il Convegno è proseguito con la presentazione di alcuni libri, pubblicati dalla Dante Alighieri di Savona: in particolare quello dedicato a Fenoglio, come omaggio per il cinquantenario della morte, ospita anche contributi di studenti monregalesi. La giornata si è conclusa col bell’intervento di Paolo Tibaldi che ha letto un passo fenogliano e ha invitato a riflettere sul significato di una cultura vigile e mai accomodante, critica e mai schierata. E per concludere focaccia per tutti, come invito a nutrirci bene, per celebrare l’orgoglio della cultura italiana.

Marisa Carrozza e Francesco Viglino
V Ginnasio Mondovì

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: